Matelòti e matelòte

Alle differenze di classe dettate dalla bacanitudine di cui parlerò tra qualche giorno, si aggiungeva quella più marcata e invalicabile del genere. Nei primi anni di vita, per motivi a noi sconosciuti o eri en bèl popo o na bèla popa. A noi non importava un granché, il nostro compito primario era mangiare, perché vivevamo…

Aznul Atnas

Come era bella Trento a dicembre.Vetrine luccicanti, suonatori di zampogne, gente carica di pacchetti, luminarie appese in ogni via. E poi profumo di brulé, cappotti, loden, cappelli e sciarpe. Spirito natalizio alla massima espressione, così, coinvolti dalla situazione, io e Alfio ogni tanto accendevamo l'ampia gamma di lampeggianti colorati che portavamo sul tetto della Volante,…

Si va al mare 2

Segue da Si va al mare Lasciate alle spalle le case coloniche, l'interesse per il panorama esterno scemava mentre aumentava l'effetto della mezza pastiglia di Valontan, così mi addormentavo cullato dall'affaticato rombo della Mini MInor MK2. Quello che c'è tra Caposile e Jesolo è rimasto a me sconosciuto per anni, finché non ho avuto l'età…

El balòn

- Zugante al balon? (Giochiamo a pallone?)La velocità con cui questa proposta, senza l'aiuto della tecnologia, si diffondeva tra gli spiazaròi, oggi la definiremo "virale". Pochi minuti e il Flash-mob anni '70 era servito. (Nihil sub sole novum - Nulla di nuovo sotto il sole) Calcio da strada, lo sport minimalista per eccellenza: scelto il…

Si va al mare

Finita la raccolta delle ciliegie, i più fortunati andavano una settimana al mare. Io ero uno di questi. Partenza sulla Mini Minor MK2 bordeaux, da Susà di Pergine alle cinque del mattino, perché la tabella di avvicinamento modello Furio di Carlo Verdone prevedeva di lasciarci alle spalle i laboriosi paesi veneti prima delle sette. A…

El fiòca

Si sentiva che qualcosa stava per accadere. L'aria era strana da giorni, nella piccola scuola elementare di Susà di Pergine. Poi...Succedeva sempre che a un certo punto uno alzava la testa... e la vedeva. Allora si inchiodava, lì dov'era, gli partiva il cuore a mille, e, sempre, tutte le maledette volte, giuro, sempre, si girava…

Na spuma per el bòcia

Tra gli anni sessanta e settanta io e molti miei coetanei fummo risucchiati nel vortice della dipendenza dalla spuma. Mi raccomando, spuma, non cedrata. Assumevamo questa bevanda color giallo oro, fatta di acqua e zucchero, coloranti sconosciuti, conservanti, acido citrico e misteriosi aromi naturali sui quali meglio non indagare, in quantità preoccupanti, specialmente al sabato…

Gnanca bòn

Da "gnanca bòn" a duello il passo è breve Il gnanca bòn è una locuzione tipicamente Trentina dagli esiti imprevedibili, usata solitamente a notte inoltrata nei locali o nelle loro immediate vicinanze. Deve essere utilizzata con cautela perché può avere conseguenze anche pericolose se pronunciata da chi non ne conosce appieno le conseguenze. Una specia…

Chiude anche il Basilio

Ha chiuso i battenti il bar Valgoi a Susà, da tutti conosciuto come il “Basilio”. Un altro piccolo pezzo di storia paesana che in silenzio esce dal presente per entrare nella storia. Storia di paese, certo non quella con la esse maiuscola, ma che lascia comunque un piccolo vuoto che sarà difficile, anzi impossibile colmare.…

Anna del bar Betti

Adesso il bar Betti di Susà davvero non esiste più. Perché il Bar Betti, per noi che abbiamo superato i quarant'anni, era l'Anna. L'Anna del Betti, per i più vicini l'Aneta, anche se proprio mingherlina non lo era. Vedere d'improvviso il suo volto sulle pagine dei giornali, in quella rubrica che spesso si sbircia di…